ARTECULT

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ultime Notizie
IN EVIDENZA

Disponibili ancora posti per le iscrizioni ai corsi ARTECULT
da Novembre 2016 a Giugno 2017  

Disegno Artistico, Figura con Modella, Ritratto,
Pittura a olio e Acquerello.
Corsi di Inglese: principianti, intermedio e avanzato

Info iscrizioni: segreteria@artecult.eu
_________________________________________________________

il Circolo dei lettori – via Bogino 9, Torino
Il meglio di settembre al Circolo

____________________________________________________
ITALIA POP - l'Arte negli anni del boom
Mamiano di Traversetolo - Parma, Fondazione Rocca

Invasione Pop alla Villa dei Capolavori! Dal 10 settembre all'11 dicembre 2016 la Fondazione Magnani Rocca, presso Parma, ospita una grande mostra sulla Pop Art italiana, composta da circa settanta opere provenienti da importanti istituzioni pubbliche e prestigiose collezioni private.

____________________________________________________

I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia
Da mare a mare, anzi da Oceano a Laguna, lungo percorsi che si sono dipanati, intrecciati, fusi in giro per tutta l’Europa. Questa è la grande avventura d’arte che descrive l’affascinante mostra che Giandomenico Romanelli ha deciso, su invito della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, di raccontare al pubblico di Palazzo Roverella, a partire dal 17 settembre 2016.
Già il titolo “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia” offre l’idea di un percorso di colore e di emozioni; unitario eppure variegato, fitto di storie che sono diventate leggende, anticipatore di tendenze e di mode. E non solo nel campo dell’arte.
_________________________________________________________________

“Ferro, Fuoco e Sangue!”
Grande appuntamento per il 7 ottobre.

Riapre Palazzo Chiericati completato dell’Ala Novecentesca,
inaugura l’originale mostra “Ferro, Fuoco e Sangue!” e, tra Civici Musei e Palazzo Leoni Montanari, l’Itinerario Belliniano
______________________________________________________________________


MOSTRE - MANIFESTAZIONI


_____________________________________________________________________
Beinasco Arte - 1° Concorso di Pittura estemporanea

Si è concluso con successo domenica 24 luglio il primo concorso di pittura estemporanea organizzato dal Comune di Beinasco in collaborazione con l’associazione culturale Artecult e la Proloco.
_________________________________________________________

Foto di Gruppo con giuria e premiati.

L’evento è stato caratterizzato da una grande partecipazione di artisti e di pubblico che fino a sera hanno atteso con grande interesse di conoscere i risultati del concorso ed assistere alla relativa premiazione. L’estemporanea ha coinvolto ben 36 artisti che si sono cimentati in una gara di pittura a tema libero, figura con modella dal vero e disegno. I tre premi, messi in palio dal Comune di Beinasco, consistenti in buoni acquisto spendibili in tutti i supermercati Ipercoop d’Italia, del valore di 500, 300 e 150 euro sono stati assegnati da una giuria presieduta dal dr. Angelo Mistrangelo coadiuvato da altri quattro componenti: Antonella Gualchi (vicesindaco di Beinasco), Giorgio Meinardi (presidente Proloco Beinasco), Luca Cricenti (Presidente Associazione B-Group) e Saverio Scarpino (Presidente Associazione Artecult). Dopo un’attenta analisi delle opere esposte la Giuria ha assegnato i seguenti premi:

1° Premio Pittura – Pansini Maria Teresa con l’opera “Uscita da San Giacomo”

2° Premio Figura dal vero – Negro Franco con l’opera “Modella Ilenia”
3° Premio Disegno – Meinardi Delio con l’opera “Modella Alessia”



Le opere vincitrici: M.T.Pansini (Uscita da san Giacomo); F. Negro (Modella Ilenia); D. Meinardi (Modella Alessia)
__________________________________________________________________________________________

La giuria si è complimentata con i partecipanti per l’impegno e le soluzioni tecnico-espressive che hanno messo in luce la qualità delle opere presentate, e per questa motivazione ha ritenuto di assegnare un riconoscimento ai seguenti artisti: Camoletto Mario (opera “Centro storico con figure”), Papale Silvio (opera “Beinasco dentro la notizia”), Notaro Matteo (opera “modella Ilenia”), Strazzullo Eva (opera “Alessia”), Baca Ruiz Giuliana (opera “Modella Alessia”) e Tesio Walter (opera “ieri, l’oggi e il domani”).
Oltre ai vincitori sopra menzionati hanno preso parte all’estemporanea i seguenti artisti: Baroncelli Giuseppe, Balducci Roberto, Bassani Alberto, Bergamini Silvia, Canavese Martino, Cappiello Saverio, Costa Adriana, Costantin Antonio, Cravanzola Ottavia, Cristian Bruno, Dalla Costa Renzo, Se Siena Sara, Deieso Donato, Egardi Paola, Ferrero Marco, Fischetti Michela, Gabbiati Ernesto, Giabatti Manuela, Macaluso Fabiana, Passera Maria Giovanna, Poma Gianni, Rossi Ambretta, Sandrone Gabriele, Sofi Dino, Spadafora Beniamino, Vigna Maria Luisa, Vigna Stefania. A fine concorso sono state consegnate ben 50 opere. La manifestazione ha avuto inizio alle 9 del mattino e si è conclusa alle ore 19,30. La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi sono avvenute nella ex Chiesa di Santa Croce alla presenza di tutti gli artisti e di un folto pubblico che ben fa sperare per le prossime edizioni del concorso.

Angelo Mistrangelo, Antonella Gualchi (Vicesindaco Beinasco)M.T. Pansini, Mario Camoletto, Silvio Papale, Saverio Scarpino

Premiazione di Giuliana Baca Ruiz e Walter Tesio
______________________________________________________________________


Foto di gruppo dei pittori con la modella Alessia.
______________________________________________________________________


Foto di gruppo dei pittori Artecult.
______________________________________________________________________


Momento dell'estemporanea con modella in posa.
______________________________________________________________________


Saverio Scarpino

ARTECULT

10048 Beinasco – Via san Giacomo, 30
Telefono / fax: 011 308 38 77
Cell. 339 127 34 35
e-mail: presidente@artecult.eu
Internet: www.artecult.eu



______________________________________________________________________________________________________________________________






LINKS


___________________________________________________________________________________________________________________________________________
Un settembre d’arte come da tempo non si vedeva!
I 10 APPUNTAMENTI DA NON PERDERE

Settembre è alle porte e, per chi ama l’arte, sarà un mese veramente magnifico. Sono almeno dieci gli appuntamenti da non perdere, tutti in luoghi davvero belli, fuori dalla calca delle grandi città.
Un contesto d’eccezione, la “Villa dei Capolavori”, sede della Fondazione Magnani Rocca, a Mamiano di Traversetolo nel parmense, propone, dal 3 settembre, “Le Ninfee di Monet” e aggiunge, dal 10 settembre “Italia Pop”, l’arte degli anni del boom (entrambe sino all’11 dicembre).
E’ già un evento, al Museo del Violino a Cremona la mostra indagine su “Janello Torriani. Genio del Rinascimento”, l’inventore di affascinanti automi e meccanismi rivoluzionari al servizio di due imperatori, Carlo V e Filippo II (sino al 29 gennaio 2017).
Ad un precedente Re ed Imperatore, Carlo IV di Boemia è dedicato un originale omaggio storico a Monza, città della Corona Ferrea, una delle quattro corone che l’Imperatore-umanista, ammirato da Petrarca, cinse. Al Museo del Duomo, sino al 2 ottobre.
Due originalissime e spettacolari mostre in terra polesana. A Rovigo, in Palazzo RoverellaI Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia”, indagine che riunisce con un taglio originale opere di rilievo da mezza Europa (sino al 14 gennaio). Parallelamente, nella palladiana Villa Badoer a Fratta Polesine, negli ambienti del nuovo Museo Nazionale Archeologico, “Storia del Profumo, profumo della storia”. Per annusare che la storia, quella con la S maiuscola, non è fatta solo di battaglie, incoronazioni e altri grandi eventi. È fatta anche di profumi
A conclusione di un Centenario che lo ha visto celebrare con decine di mostre e iniziative in tutta Europa e a New York, Città di Castello dedica una grandiosa mostra al suo Alberto Burri, presso gli Ex Seccatoi Tabacco. Titolo: “Alberto Burri. Lo Spazio di Materia – tra Europa e U.S.A”, sino al 6 gennaio, a cura di Bruno Corà. Per “tirare le fila” delle molte novità emerse da questo Centenario.
È tra gli eventi più attesi dell’intera stagione la originale, sontuosa mostra che i Diamanti a Ferrara dedicano all’ “Orlando Furioso” nei 500 anni dell’Ariosto. Già il titolo “Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi? ” fa intuire che nulla in questa mostra sarà ovvio, a partire dagli incredibili prestiti ottenuti. In Palazzo dei Diamanti, sino all’8 gennaio.
A Roma, foreste, acqua, sassi, ninfee sono i soggetti delle grandi carte che Giovanni Frangi espone sino al primo novembre al Palazzo Poli, sede dell’Istituto Nazionale per la Grafica, in una mostra spettacolare dal titolo “Settembre”.
Sempre in Emilia Romagna il 24 e 25 settembre a ModenaFiere accenderà i motori Il Salone delle Eccellenze “Modena Motor Gallery”. Tra le proposte: Enzo Ferrari Vs Colin Chapman”, ovvero Ferrari e Lotus, un confronto tra due “miti automobilistici” ma non solo.

E con questi magnifici bolidi si sfreccerà ad ottobre. Un altro mese di grandissimi appuntamenti.

Informazioni sui singoli appuntamenti: www.studioesseci.net




Comunicato stampa

Quest’estate per un mese Paolo Manazza presenta alcuni dei suoi più recenti lavori pittorici presso le prestigiose stanze della galleria Robilant+Voena a Milano in via Fontana 16.
Conosciuto da tutti come intellettuale, scrittore e collaboratore da oltre vent’anni del più importante quotidiano nazionale, Paolo Manazza è da sempre anche pittore e rivela, con questa serie di opere sorprendenti, che niente nasce dal caso.
Questi venti dipinti dai formati diversi esplorano il senso di sovrapposizione del colore - nel segno di tutti gli insegnamenti ricevuti dall’Informale europeo e statunitense - alla ricerca di una personale e contemporanea visione.
I lavori di questo artista si inseriscono nel grande recupero della pittura, intesa come momento gestuale e primario, che ritroviamo oggi in numerose situazioni internazionali e che percorre sempre, come un fil rouge, la storia dell'arte recente da Helen Frankenthaler a Günther Förg. Paolo Manazza fa un uso del colore totalmente spregiudicato senza concedere nulla all'incertezza e ci racconta come uno sguardo della realtà cromaticamente interpretata sia l'unico possibile modo di “vedere” il mondo interno ed sterno.
“Ogni dipinto di Paolo Manazza è un soliloquio – osserva Alan Jones nel catalogo della mostra – un dialogo tra l’artista e il proprio sé, come le due parti di Bach, una traduzione simultanea nella lingua della pittura dove la ‘composizione’ è la grammatica, e il colore è il vocabolario”. Mentre Giandomenico di Marzio scrive che “Paolo Manazza appartiene a quella generazione di artisti che ancora oggi, nel vasto mare dei nuovi linguaggi dell'arte contemporanea, si ostina a esplorare le infinite possibilità della pittura”
In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo con un saggio di Alan Jones e altri contributi critici di Giandomenico Di Marzio e Massimo Mattioli.

Per informazioni: tel. +39 02 805 6179 • info@robilantvoena.com

Ufficio stampa
Studio ESSECI – Sergio Campagnolo
Tel. 049 663499;
(Referente: Roberta Barbaro- gestione3@studioesseci.net)


 




 
 
Gallery
 




 
 



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu